I Riti di Cura sono un'espressione spirituale di esperti praticanti Hara Yoga, svolta mediante il contatto profondo delle mani, la respirazione canalizzata e la vibrazione mantrica  sonora, offerte come sincera e autentica capacità nel ri-orientare il flusso dell'Energia Vitale del nostro corpo; una "preghiera attiva" per la salute e la felicità di coloro che necessitano e desiderano porsi in sintonia con tale luminosa e intima esperienza. Tale forma di "preghiera attiva" è una condizione di cura "rituale", semplice e diretta, praticata collettivamente da persone disposte circolarmente attorno a colei/colui che nel centro del cerchio diviene il cuore palpitante e vitale dell'esperienza stessa.

Nella memoria di tutta l'umanità, con differenti modalità, è presente questo codice rituale arcaico; da sempre si pratica il raccoglimento attorno a coloro che necessitano sostegno e collaborazione. Simboli universali iscritti nelle cellule e nella loro geometria organica, naturalmente attivati tramite l'intenzione consapevole di comunicare benefiche e utili informazioni. Un incontro umano basato sulla fede nelle molteplici possibilità di riequilibrio con cui si manifesta la natura dell'Essere e nel suo divenire.

I "Riti di Cura" costituiscono un prezioso momento di ascolto e percezione di sé, in cui l'intuizione profonda diviene un elevato e improvviso fattore di consapevolezza, utile e necessario per il miglioramento della propria e altrui vita. Non si tratta quindi di una forma terapeutica che affronta specifiche sintomatologie o dichiarate patologie, né di una forma di diagnosi di alterazioni fisiche, emotive e psichiche. Con tranquillità e fiducia l'Anima riconosce l'Anima e i respiri si armonizzano fluendo come torrenti sino al comune oceano della compassione.

Agendo senza sforzo ma con un intenzione limpida e ben raccolta, ciò che spontaneamente sorge è il naturale stupore unito alla semplice gratitudine: l'essenza di ogni vera forma di preghiera.