"La cura delle radici favorisce la forza del tronco e l'ampiezza dei rami. Il vento si cura dei fiori e dei frutti".

Hara Yoga significa "Via di riunione con il Centro Vitale", il cammino per porsi in sintonia con la sorgente dell'energia vitale posta nel Ventre, per radicarsi in esso e favorire lo sviluppo e l'armonizzazione del Cuore e della Mente in modo ordinato e stabile.

L'obiettivo di questa disciplina psicofisica è la realizzazione di un ampio e valido equilibrio nei Tre Piani dell'Essere:

  1. Rapporto Cielo-Terra (verticale). Equilibrio strutturale/ organico, tra il sistema respiratorio-circolatorio e quello muscolare-scheletrico. La cura della correzione posturale e della sua centratura nella zona viscerale del ventre.
  2. Rapporto di Polarità con il mondo circostante (orizzontale - circolare). Equilibrio emozionale, tra le mutevoli condizioni interiori e la stabilità posta nel cuore. La crescita della consapevolezza di Se' in risonanza con il mondo circostante e la comunicazione con gli altri.
  3. Rapporto con Sé stessi (centrale). Equilibrio psichico, tra il flusso dei pensieri che creano e fissano la realtà e la non identificazione con gli automatismi abitudinari che ne derivano. L'incontro e la riunione con la propria Essenza, originale obiettivo dello Yoga.    

Hara Yoga è un percorso evolutivo graduale, per disporre del tempo necessario a una trasformazione valida e consapevole della propria reale condizione, ma al contempo è anche un territorio di crescita che dona realizzazioni immediate, sorte dallo stupore per il riconoscimento spontaneo della propria natura profonda. Le radici che sostengono questa Via provengono da differenti ambiti della tradizione orientale, riuniti e tradotti in una metodologia di sintesi, che, nel rispetto delle matrici originali, diviene un'alchimia chiara e ordinata, funzionale alla realizzazione di una attenta cura di sé. Tale metodo è simile alla tessitura di una trama forte ed elastica, che ognuno impara a creare con il suo studio e la sua pratica. Una rete di fibre che formano il nostro corpo, in cui scorrono l'esperienze della vita e la cui cura è fonte di autentica felicità. Si concretizza tramite l'applicazione dei Cinque Modi che, in differenti misure e proporzioni, caratterizzano la pratica fisica (Sadhana):

  1. Sensibilizzazione alla propria reale condizione di equilibrio/squilibrio, riconoscibile nel corso della pratica.
  2. Correzione della condizione strutturale globale e della propria attenzione nell'applicazione delle tecniche atte alla trasformazione.
  3. Armonizzazione dei differenti piani e aspetti che ci compongono, affinché si integrino reciprocamente e non siano avvertiti come separati e sconnessi.
  4. Rafforzamento del Centro Vitale che sostiene la crescita, sia esterna che interiore, della nostra unità psico-fisica; luogo primario che nutre le correnti energetiche che in noi assumono aspetto.
  5. Slancio dell'Intenzione interiore, che va concretizzandosi nella forma stabile e fluida con cui possiamo riconoscerci e auto-curarci.

Hara Yoga si distingue inoltre per il suo peculiare aspetto etico (Darshana): le Cinque Vie.

  1. Via della terra che conduce alla Saggezza.
  2. Via dell'acqua che conduce al Controllo.
  3. Via del fuoco che conduce alla Perseveranza.
  4. Via dell'aria che conduce alla Libertà.
  5. Via dell'etere che conduce al Risveglio.

L'applicazione pratica muove dalla ricerca in aree considerate fondamentali per l'evoluzione umana: